Sandro Calvani

Web Agency Torino
 Sun, 22 Oct 2017                
HOME PAGE
Biodata
Professional Interests
Professional Awards
Family history
Articles Books Interviews
Speeches Quotes
News Archive Press Releases Notes
Photo Gallery
Contacts



 News Archive

All the News about Sandro Calvani and his activities from 1997
AIT becomes int’l organization
The 50-year-old Asian Institute of Technology (AIT) is now the country’s newest international organization, first in the field of higher learning education.

The Nation, 25 Aug 2010
 Read More (0.06 MB)    
Nomine. Sandro Calvani a capo dell’Arcmdg
Si tratta del centro ASEAN di eccellenza sugli obiettivi di sviluppo del millennio presso l’Asian Institute of Technology

Sandro Calvani è stato nominato nuovo direttore del centro ASEAN di eccellenza sugli obiettivi di sviluppo del millennio (ARCMDG) presso l’ Asian Institute of Technology (AIT), con sede a Bangkok, Thailandia. Lascia la direzione dell’Unicri (Istituto ) di Torino, in cui ricopriva il ruolo di direttore dal 2007.

L’ ARCMDG è stato creato per promuovere, e facilitare la formazione degli esperti in Asia per la realizzazione degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio (chiamati MDG dalla sigla inglese) in stretta collaborazione con le parti interessate nel settore. Il centro ARCMDG è stata approvato dal Segretario Generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon come il primo Centro Regionale di Eccellenza MDG, realizzato grazie alla collaborazione dell’AIT.

Il centro è stato istituito e ha cominciato a funzionare il 1 ° maggio 2008. La dichiarazione congiunta dei 14 Capi di Stato al Summit dell’Associazione delle Nazioni del Sudest Asiatico (ASEAN 26 Febbraio - 1 Marzo 2009) a Hua Hin in Thailandia ha ribadito l’impegno per il raggiungimento degli obiettivi di sviluppo del millennio attraverso la condivisione di informazioni, esperienze e buone pratiche tra gli Stati membri attraverso gli organismi ASEAN, nonché attraverso l’ARCMDG e altre istituzioni regionali.

Oltre alla sua responsabilità principale, come direttore regionale dell’ARCMDG, Sandro Calvani collaborerà anche con l’AIT Yunus Center, il CSR Asia Center, e faciliterà le partnerships e i piani di di espansione regionale dell’AIT attraverso ricerche e studi pilota nei paesi prioritari, nell’ambito di un nuovo modello di finanziamento dell’ AIT, che si realizzerà sotto l’egida del consiglio direttivo dell’AIT.

Sandro Calvani assumerà la sua nuova funzione ai primi di agosto 2010. Il Dr. K. Jayant Routray, che attualmente è a capo del ARCMDG, continuerà ad essere strettamente associato alle attività ARCMDG.

http://www.vita.it/news/view/104749, 18 Jun 2010
Sergio Chiamparino and Sandro Calvani are the laureates of the International award Artisan of Peace for 2010
The awarding ceremony will be hosted at the Arsenal of Peace in Piazza Borgo Dora in Turin on June 15th at 6:30 pm, immediately after a speech by the Mayor of Turin.

According to Wikipedia [...the Artisan of Peace Award is a recognition awarded annually to people or institutions who have contributed to build peace with honesty, steadfastness and willingness to support dialogue and education. The prize was founded in 1981, when it was given to Sandro Pertini and Michael Pellegrino, former archbishop of Turin. In later editions the awards have been awarded to people and institutions of very different ideas, beliefs and scope but united by having, by their actions and creativity, helped make the world less unjust and human life more worth living. Among the winners there are prominent figures of the Intl. Peace movement like Luciano Mendes de Almeida, Pope John Paul II and Helder Camara, lay thinkers and political leaders like Sandro Pertini, Benigno Zaccagnini, Massimo d’Alema, Mikhail Gorbachev, Luiz Ignacio Lula da Silva, King Abdullah Bin El Hussein, Lech Walesa and Norberto Bobbio, personalities who strengthened volunteer work and solidarity with developing countries such as Mother Theresa of Calcutta, George Ceragioli, Chiara Lubich, John Ermiglia and also the communities who were victims of violence such as the victims in Somalia and former Yugoslavia, and the martyred city of Bove.]

11 Jun 2010
 Read More (0.23 MB)    
Chiamparino Artigiano della Pace
Il riconoscimento sarà consegnato anche a Sandro Calvani, direttore di vari organismi Onu dal 1988 al 2010.

LA STAMPA.it, 10 Jun 2010
 Read More (0.01 MB)    
The trap of envy may destroy the best talent


The easy move from glory to insult through a splash of mud.

The case of Laura Antonelli, one of the most beautiful and famous actresses in Italian cinema, hit by evil and misfortune, reminded me of how many people who contributed to the good of mankind and famous people throughout history have ended in poverty or have been persecuted unjustly. It is easy to switch from applause to pillory and from glory to insult. Even for the most noble and innocent person, just a splash of mud is enough and immediately their colleagues begin to search faults, to discover fabricated errors, faults that are magnified.

How many people of great value has been crushed in this way! Socrates, the father of rational morality, was sentenced to death, Scipio, the victor of Carthage was charged up enough to force him into exile, Galileo the greatest scientist in history has been imprisoned, the creator of chemistry Lavoisier was guillotined among the insults of the people, Semmelweis who discovered the treatment of puerperal fever among women has been detained in a mental hospital. In Italy, I think of what has been done to Enzo Tortora, a sweet man, loved by the people, overwhelmed by vile accusations and pointed to the mockery, despite the fact that he was innocent of all allegations against him.

There is a mysterious closeness between glory and derision. The same people who shouted "Cheers" now shouting "Down," those who shouted "I love you" now screams ’I hate you’, those who shouted "Life" now shouting "death". But be careful, this sudden change of opinion does not happen spontaneously, it is always by someone who hated you since long time, who just takes advantage of the opportunity for convincing others. In fact, all those who lead, exceptional people of high value who are admired and loved, always have enemies who hate them and envy them in a ferocious way. While leaders are loved, admired and have power, people full of envy and hate cannot do anything else than grumbling and dream a revenge. But once a person of value weakens or makes a petty mistake or someone unjustly accuses him, the evil people trigger a campaign of slander and libel, spreads all kinds of lies, cry foul and make him appear like a scoundrel. And since the envious people are decisive and organized they easily drag others.

Sure, there are those who do not easily change their opinion, but the majority follows the slander campaign like a flock of sheep. Thus a tiny minority of evil and envious people can lead the best of the group to ruin by manipulating the mistrust, suspicion and credulity of the masses.



Se le trappole dell’invidia distruggono i talenti migliori

Uno schizzo di fango ed è facile passare dalla gloria all’insulto

Il caso di Laura Antonelli, una delle più belle e famose attrici del cinema italiano, colpita da malvagità e da disgrazie, mi ha fatto venire in mente quante persone meritevoli e famose nel corso della storia sono finite povere o sono state perseguitate ingiustamente. È facile passare dall’applauso alla gogna, dalla gloria all’insulto. Anche per la persona più nobile e innocente, basta uno schizzo di fango e subito c’è gente che incomincia a trovarle difetti, a scoprire errori, colpe che vengono ingigantite.

Quanta gente di valore è stata schiacciata in questo modo. Socrate, il padre della morale razionale, è stato condannato a morte, Scipione il vincitore di Cartagine è stato accusato fino al punto da costringerlo ad andare in esilio, Galileo il più grande scienziato della storia è stato imprigionato, il creatore della chimica Lavoisier è stato ghigliottinano fra gli insulti del popolo, Semmelweis lo scopritore della cura della febbre puerperale che faceva strage fra le donne è stato rinchiuso in manicomio. In Italia penso a quanto è stato fatto a Enzo Tortora, un uomo dolce, amato dal popolo, travolto da accuse infami e additato al ludibrio.

C’è una misteriosa vicinanza fra la gloria e il ludibrio. La stessa gente che gridava «evviva» ora grida «abbasso», chi gridava « ti amo » ora grida « ti odio», chi gridava «vita» ora grida «a morte». Però, attenti, questo mutamento improvviso di opinione non avviene spontaneamente, è sempre opera di qualcuno che odiava già da prima e approfitta del momento adatto per convincere gli altri. Infatti, tutti coloro che emergono, che valgono, che sono ammirati e amati, hanno sempre dei nemici che li odiano e li invidiano in modo feroce. Finché sono amati, ammirati e hanno potere, queste persone piene di livore e di odio brontolano, mugugnano ma non possono fare altro che rodersi il fegato e sognare la vendetta. Ma appena la persona di valore si indebolisce o fa un errore o qualcuno la accusa ingiustamente, le scatenano contro una campagna di calunnie e di diffamazione, diffondono ogni tipo di menzogne, urlano allo scandalo e la fanno apparire un farabutto. E poiché sono decisi e organizzati trascinano gli altri.

Certo, c’è anche chi non si fa convincere, ma la maggioranza li segue come un gregge di pecore. Così una minoranza di malvagi e di invidiosi spesso riesce a portare alla rovina chi è migliore di loro manovrando la diffidenza, i sospetti e la credulità delle masse.

Francesco Alberoni

Il Corriere della Sera
, 7 Jun 2010
<< 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 >>

| Home page | Biodata | Professional Interests | Professional Awards | Photo Gallery | Contacts |
WAIVER OF RESPONSIBILITIES
Every effort has been made to maximize the accuracy of the contents of this website. However no responsibility will be accepted for any inaccuracy. The opinions expressed herein do not necessarily represent those of The United Nations or any of its subsidiary bodies.
Powered by Digibiz

AUTORIZZAZIONE UTILIZZO COOKIE
Ok Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookies. Maggiori informazioni